portale internet  di informazione e promozione delle aziende vinicole italiane

 

 

 

Homepage

 

Le nuove frontiere della doc Piemonte
Una Barbera di gradazione naturale e pronta beva, programmata in vigneto e vinificata secondo i criteri di un disciplinare di autoregolamentazione interna

La nuova Doc Piemonte Barbera che sarà presentata Venerdì 18 Marzo alla Cantina Viticoltori Associati di Vinchio e Vaglio Serra nasce dal presupposto che la stagione dei vini di alta gradazione e talvolta di esasperata selezione si sta definitivamente stemperando in scelte molto diverse da parte dei consumatori, sempre più alla ricerca di prodotti da bere giovani, di pronta beva, di gradazione contenuta e di prezzo accessibile.

La Cantina di Vinchio e Vaglio Serra – su ispirazione dell’enologo Giuliano Noè - ha così messo a punto un vino a base Barbera che risponde a queste richieste di mercato, pronto al consumo già nelle prime settimane di ogni anno, che costituisce una piccola ma concreta rivoluzione culturale (in parte anche colturale) nella produzione enologica piemontese.

 Il nuovo vino – il cui nome, già alla ribalta enologica qualche decina di anni or sono e dotato di innegabile fascino, sarà reso noto soltanto dopo il 15 Marzo – è infatti il frutto di una vera e propria inversione di tendenza nel concetto di Doc Piemonte che si è tradotta in una complessa programmazione in vigneto con una conclusiva scelta vendemmiale realizzata grazie alla convinta collaborazione dei vignaioli aderenti alla cooperativa (poco più di duecento).

 Nelle settimane precedenti la vendemmia dello scorso anno, sono stati infatti selezionati i vigneti a Barbera destinati, grazie anche alle norme della rinnovata Doc Piemonte che consentono una resa/ettaro che può arrivare fino a 120 quintali (contro i 90 della Barbera d’Asti docg), a produrre le uve da utilizzare per la realizzazione del nuovo vino.

 In questo modo – grazie ad uno specifico disciplinare interno di produzione – è stato possibile avere pronto per i primi giorni di Marzo un vino a base Barbera (90% minimo), di gusto gradevole, con il colore rosso della tradizione, che ha mantenuto un livello qualitativo assolutamente soddisfacente e che soprattutto proviene da vigneti che, senza alcun arricchimento, negli ultimi dieci anni hanno mediamente prodotto uve capaci di dare vita a vini mai superiori ai 12°. 

Il nuovo vino costituisce dunque un’assoluta innovazione per la Doc Piemonte Barbera, non più considerata una denominazione di ricaduta ma di piena dignità qualitativa, e viene immesso al mercato nella tradizionale bottiglia da 0,75 e nella insolita “mezza bottiglia” ad un prezzo ritenuto giusto ed allo stesso tempo interessante per le attuali esigenze di mercato (quello ufficiale sarà annunciato nella conferenza stampa del 18).

Fonte © Oliovinopeperoncino Per Gentile concessione

   
 

contatti

 

Adesione al portale

   


 
VINI-ITALIA.IT - OLI-ITALIA.IT  TIPICODITALIA.IT - DORMIREINITALIA.COM  ISAPORIDISICILIA.COM ART1.IT D0C.IT - D0CG.IT

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

Vini d'Italia Art Advertising non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti