portale internet  di informazione e promozione delle aziende vinicole italiane

 

 

 

Homepage

 

Intervista a Stefano Novelli, magnate del Trebbiano Spoletino
A margine della presentazione del Trebbiano Spoletino e della sua rara e preziosa declinazione nel Traibo (“il vino che cresce sugli alberi”), svoltasi a Roma mercoledì 16 marzo nella fantastica cornice dell’Hotel Valadier, Oliovinopeperoncino ha intervistato Stefano Novelli, proprietario dell’omonima cantina, uomo di finanza con l’intuito del mecenatismo enologico

Negli ultimi anni si sta parlando sempre più di Umbria. Cosa rappresenta per te la regione più verde d’Italia?
L’Umbria a mio avviso è una regione da scoprire, che conquista perché, quando la si conosce, viene subito voglia di condividere con chi ci sta vicino le emozioni che ci ha dato, proprio come avviene quando si assaggia un vino che ci piace.

 Perché hai deciso di puntare sul vino?
 Sono scelte che non si comandano, mi sono sentito attratto da questo mondo, per anni ho girato le cantine da appassionato e ho partecipato a eventi sul vino. Un giorno poi ho iniziato a pensarci in modo diverso, ovvero da potenziale produttore, fantasticando su come avrei realizzato il mio progetto. Nel tempo questa idea è diventata un richiamo sempre più forte fino a trasformarsi in realtà.

 Cantina Novelli ha recuperato con le proprie forze il Trebbiano Spoletino, varietà autoctona che oggi sta riscontrando un ottimo interesse sul mercato. Perché questa scelta?
 Anzitutto perché le origini della nostra cultura, delle nostre tradizioni avevano bisogno di una reinterpretazione in chiave moderna, con un supporto scientifico che ha dato da subito credibilità e risultati inaspettati. Un pizzico di fortuna, poi, non guasta mai… nessuno avrebbe mai immaginato che il Trebbiano Spoletino appartenesse alla famiglia del Greco e, quindi, si rivelasse un vino dotato di un’ottima longevità. Inoltre il Trebbiano Spoletino si trova solo nel territorio di Spoleto e rappresenta, quindi, un vitigno fortemente legato al territorio. Grazie ai viticultori eroici sono giunte fino ai giorni nostri viti centenarie a piede franco e maritate all’acero campestre. Nel tempo, la natura e la tradizione ci hanno dato ragione: il Trebbiano Spoletino è oggi uno dei vini di maggior soddisfazione per Cantina Novelli e, sicuramente, tra i bianchi più “quotati” dell’Umbria.

 Cantina Novelli è stata la prima azienda a interpretare in modo diverso il Sagrantino, facendolo conoscere nella tipologia innovativa dello spumante. Perché?
Perché il Sagrantino è un vitigno straordinario e andava valorizzato oltre che nella sua versione tradizionale, anche nella versione spumantizzata che si abbina maggiormente alla cucina moderna, più leggera e con gusti meno complessi.

 Come vedi il futuro del vino italiano?
 Ritengo sia un momento complesso, dove le difficoltà maggiori nella competizione internazionale si hanno sui vini di fascia bassa, mentre per quelli di fascia medio alta ci sono buone potenzialità di sviluppo sia per la qualità in rapporto al prezzo sia perché il nostro vino è ambasciatore del made in Italy, valore apprezzato nel mondo.


Federico Ligotti
f.ligotti
@oliovinopeperoncino.it

Fonte © Oliovinopeperoncino Per Gentile concessione

   
 

contatti

 

Adesione al portale

   


 
VINI-ITALIA.IT - OLI-ITALIA.IT  TIPICODITALIA.IT - DORMIREINITALIA.COM  ISAPORIDISICILIA.COM ART1.IT D0C.IT - D0CG.IT

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

Vini d'Italia Art Advertising non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti